Clima. Australia, i dati dell’estate. Ecco a voi l’inferno

Se il clima praticamente estivo registrato in Europa a febbraio non basta a convincere che c’è qualcosa di nuovo – e preoccupante – sotto il sole, ecco i dati dell’estate australiana (il primo marzo laggiù corrisponde al nostro primo settembre) pubblicati dall’Ufficio meteorologico del governo australiano.

Durante l’estate (l’aggiornamento è datato 30 gennaio) si sono registrate temperature massime mai viste prima

La temperatura media di gennaio ha superato di quasi tre gradi la media mensile registrata nel periodo 1961-1990

In molte zone del paese la siccità picchia veramente duro, anche se in altre si sono verificate alluvioni

Nel frattempo, a livello globale, la concentrazione nell’atmosfera dei due principali gas dell’effetto serra – l’anidride carbonica e il metano – è salita, rispettivamente, a 414 parti per milione (era 272 prima dell’inizio dell’era industriale) e a 1867 parti per miliardo: notare il grafico dell’aumento a partire dagli Anni 80, il periodo nel quale hanno cominciato ad essere raccolti i dati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *