Caccia commerciale alle balene, finito il G20 il Giappone dirà quante ne uccide

giappone riapre caccia commerciale balene

Dopo oltre trent’anni, lunedì il Giappone riapre la caccia commerciale alle balene. Il numero degli animali destinati ad essere uccisi verrà reso noto dal Governo solo al termine del G20 che si tiene oggi e domani ad Osaka, per evitare ripercussioni sui colloqui.

L’ICW, la Commissione Baleniera Internazionale che ha il compito di conservare e gestire le balene, vieta dal 1986 la caccia commerciale, che in passato ha portato varie specie di balene vicino all’estinzione.

A partire dal 1988, il Giappone ha ottenuto dall’ICW permessi per cacciare alcune centinaia di balene all’anno a scopo di “ricerca scientifica”, anche se poi la carne veniva venduta. Ora il Giappone sostiene che non c’è più bisogno di un divieto alla caccia commerciale, e l’ scorso anno ha deciso di uscire dall’ICW dopo avergli invano chiesto di consentire nuovamente la caccia.

La carne di balena è un vecchio cibo tradizionale giapponese. Vecchio, nel senso che ancora negli Anni 60 veniva consumata in quantità ma oggi il giapponese medio ne mangia appena 40-50 grammi all’anno.

Nonostante questo,  cinque navi parteciperanno alla caccia, che si svolgerà nella zone economica esclusiva: è il tratto di mare adiacente le acque territoriali in cui il Giappone ha diritti sovrani per la gestione delle risorse naturali. Verranno catturate balenottere minori, balenottere di Eden e balenottere boreali.

La caccia “scientifica” alle balene (anche nell’Oceano Antartico) è stata finanziata dallo Stato ed è costata ai contribuenti complessivamente 400 milioni di dollari. Ora non si parla più di sovvenzioni pubbliche: rimane da vedere se le attuali abitudini giapponesi di mangiare solo 40-50 grammi di carne di balena all’anno renderanno profittevole la caccia commerciale con cinque navi, e in caso contrario come verranno fatti quadrare i conti.

Foto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *