India, poca pioggia in giugno e timori per la produzione di riso

Anche in India si teme per la produzione agricola e in particolare per il raccolto di riso, dato che  la stagione delle piogge monsoniche è iniziata in modo molto debole. Nonostante locali inondazioni, in giugno la pioggia è stata complessivamente inferiore del 36% rispetto alla media.

Negli Stati Uniti questa annata agraria si presenta problematica per il mais (del quale gli USA sono il primo esportatore mondiale) mentre l’Australia, di solito grande esportatore di grano, è costretta ad importarlo.

Dalla stabilità del clima – che ora invece è ampiamente dissestata – dipendono la produzione agricola, il nostro cibo e il suo prezzo. Se la situazione non si raddrizzerà, le scarse piogge in India si ripercuoteranno verosimilmente sulla produzione di riso, che insieme al mais e al grano è fondamentale per sfamare il mondo.

Secondo le statistiche FAO, l’India è il secondo produttore mondiale di riso, il secondo esportatore mondiale (segue di appena un soffio la Thailandia) ed il primo esportatore mondiale per valore: in proposito, i dati più recenti disponibili riguardano il 2016.

india agricoltura monsone debole

Foto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *