Quasi 1500 morti per il caldo in Francia durante l’estate 2019

morti per il caldo

In Francia quasi 1.500 morti per il caldo durante l’estate 2019. Ieri, domenica 8 settembre, il ministero della Salute ha pubblicato i dati. Vanno ad aggiungersi a quelli già disponibili relativi ad altri Paesi europei ed al Piemonte.

Le cifre francesi si riferiscono alla mortalità in eccesso rispetto a quella statisticamente attesa durante le due ondate di calore verificatesi in molte parti d’Europa, rispettivamente, a cavallo fra giugno e luglio e attorno al 25 luglio. Il primo episodio ha colpito in modo più intenso un’area sulla quale vive il 7% della popolazione francese e ad esso sono collegabili 567 decessi. Il 35% dei francesi abita invece nelle zone in cui la seconda ondata di calore è stata particolarmente forte. Esse ha portato con sé altre 868 morti.

Sono dunque 1435 i morti per il caldo in Francia. Nei due periodi in questione, durati complessivamente 18 giorni, la mortalità ha superato del 9,1% quella che normalmente si verifica. E’ stata però inferiore a quella registrata durante le ondate di calore del 2015 (+10,1%) e del 2018 (+15%). Nella terribile estate 2003, in Francia si ebbero 20 giorni consecutivi di caldo molto intenso e 15.000 morti.

I dati francesi mostrano che il caldo può essere letale a tutte le età. Oltre la metà dei decessi si è verificata fra gli over 75, ma durante la prima ondata di calore c’è stato il 17,4% di morti in più fra le persone di 15-44 anni. Durante la seconda, 16,4% di morti in più fra le persone di 65-74 anni.

Da altre parti d’Europa su cui si sono abbattute le ondate di caldo sono arrivate finora informazioni frammentarie e confezionate con criteri diversi da quelli usati in Francia.

Il Piemonte ha tenuto conto solo degli over 65: in giugno e luglio si sono avute 171 morti in più rispetto a quelle statisticamente attese; la mortalità in eccesso nel mese di giugno è stata pari al 9,83% e quella di luglio al 17,63%. In Belgio durante la prima ondata di caldo (quella a cavallo fra giugno e luglio) sono morte 102 persone in più (3,5%); durante la seconda, in Olanda ci sono stati 400 decessi in più rispetto alla media.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *