Le biciclette rallentano il traffico in città? No, risponde una ricerca

una ricerca appura che le biciclette non rallentano il traffico in città

Le biciclette non generano inquinamento e non richiedono combustibili fossili che alterano il clima, ma gli automobilisti spesso si lamentano che le biciclette rallentano il traffico e creano ingorghi in città. I ricercatori invece hanno appurato l’esatto contrario. Hanno concluso  che, no, le biciclette non rallentano in modo significativo le auto.

Lo studio sulla velocità dei veicoli a motore in presenza di biciclette è uscito in settimana su Transportation Research Record, l’organo del Transportation Research Board che a sua volta costituisce una branca dell’ National Academy of Sciences, l’Accademia delle Scienze statunitense. Soltanto l’abstract è a libero accesso. E’ tuttavia disponibile gratuitamente anche una sintesi più estesa, presentata nello scorso gennaio al 99mo incontro annuale del Transportation Research Board.

A Portland (Oregon, Stati Uniti) i ricercatori hanno scelto sei punti su strade con limite di velocità a 25 miglia all’ora (40 chilometri all’ora), badando che a lato non ci fosse una pista ciclabile. Hanno misurato la velocità delle auto in vari orari, compresi quelli di punta, e in due situazioni: quando davanti c’era un’altra auto; quando davanti c’era una bicicletta.

Risultato. La velocità di un’auto preceduta da una bicicletta è effettivamente un po’ inferiore dalla velocità di un’auto preceduta da un’altra auto. La differenza tuttavia è generalmente nell’ordine di un miglio all’ora (1,6 chilometri all’ora): secondo i ricercatori non è significativa ed è trascurabile dal punto di vista pratico. Dunque, concludono, non è vero che le biciclette rallentano il traffico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *