Rotta del Mare del Nord. I cambiamenti climatici e i viaggi delle merci

i cambiamenti climatici nell'artico rendono sempre più affollata la rotta del mare del nord

I cambiamenti climatici nell’Artico – non c’è mai stato così poco ghiaccio in questo periodo dell’anno – spingono un crescente numero di navi petroliere e di navi da carico a percorrere la Rotta del Mare del Nord, come la chiamano i russi, o il Passaggio a Nord Est, come preferivano dire i marinai dei tempi che furono. Significa solcare l’oceano Artico a Nord della Siberia e attraversare lo Stretto di Bering fra la Siberia e l’Alaska.

In questo momento più di 50 vascelli stanno percorrendo la Rotta del Mare del Nord. E’ un fatto inaudito. A parte alcune recenti eccezioni, di regola la Rotta non veniva neanche presa in considerazione perché ostruita dai ghiacci. Il riscaldamento globale sta modificando perfino il modo in cui le merci viaggiano.

rotta del mare del nord (passaggio a nord ovest), resa percorribile dalla fusione dei ghiacci artici, e rotta tradizionaleLa Rotta del Mare del Nord è in blu nell’immagine a fianco. Costituisce la via più breve fra l’Europa e il Giappone o la Cina.

La rotta tradizionale fra l’Europa e la Cina o il Giappone (in rosso) è molto più lunga. Attraversa lo Stretto di Gibilterra, il Mediterraneo, il Canale di Suez, il Mar Rosso e poi supera la penisola arabica, l’India e l’Indocina.

In questo momento stanno percorrendo la Rotta del Mare del Nord oltre 50 imbarcazioni, fra cui una decina di navi petroliere e altrettante navi adibite al trasporti merci.

Già in maggio una nave carica di gas naturale liquefatto, la Christophe de Margerie, ha seguito la Rotta del Mare del Nord, sebbene accompagnata da un rompighiaccio. Da una ventina di giorni a questa parte la Rotta è  libera dal ghiaccio e il traffico navale è quanto mai intenso.

I dati dell’agenzia russa che amministra la Rotta sono aggiornati al 23 luglio ed elencano ben 53 navi impegnate a percorrerla. Lo screenshot qui sotto mostra invece il traffico navale oggi secondo Marine Traffic.

rotta del mare del nord affollata come non mai i cambiamenti climatici modificano i viaggi delle merci

La Rotta del Mare del Nord non sembra ancora una tangenziale nell’ora di punta, ma è affollata come non mai. Nelle acque a Nord della Siberia si contano una decina di petroliere (in rosso) ed altrettanti navi da carico per il trasporto di merci (verdi). In marrone i pescherecci. Le navi passeggeri sono in blu; in azzurro i rimorchiatori e le navi speciali.

Foto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *