La figuraccia di Linea Verde coi fenicotteri di Comacchio

la figuraccia di linea verde coi fenicotteri di comacchio che si alzano in volo disturbati dal velivolo che li riprende

La figuraccia di Linea Verde, una trasmissione RAI spesso meritoria dal punto di vista ambientale, è avvenuta ieri, domenica 3 luglio. Fa il paio con quella dell’inviata de I Fatti Vostri, che ha buttato una bottiglia in mare.

La puntata di Linea Verde si è occupata delle splendide Valli di Comacchio, famose per le anguille, con dovizia di immagini riprese dall’alto. Nella prima parte della trasmissione, uno stormo di fenicotteri si è alzato in volo al passaggio del drone, o comunque del velivolo munito di telecamera  che effettuava le riprese. I fenicotteri non non devono aver per nulla gradito l’intrusione e nelle immagini sembrano anzi spaventati.

Seppure non vicinissima, la telecamera ha continuato a seguirli dall’alto per alcuni istanti. Il tutto nell’ambito di considerazioni relative al rapporto armonico che l’uomo deve avere con l’ambiente.

E’ noto che i droni disturbano gli animali. Un episodio del genere non sembra un luminoso esempio di armonia fra uomo e ambiente. La fotogallery riassume la figuraccia di Linea Verde.

Le Valli di Comacchio entro le quali apparentemente sono state girate le immagini dei fenicotteri fanno parte del Parco del Delta del Po. Inoltre sono un SIC-ZPS (Sito di Importanza Comunitaria – Zona di Protezione Speciale) nell’ambito della rete Natura 2000 dell’Unione Europea.

Salvo appositi permessi accordati dall’ente gestore, in linea generale è vietato sorvolare parchi ed aree protette, con o senza droni. L’Emilia Romagna, la Regione entro la quale si trovano le Valli di Comacchio, ha vietato esplicitamente il sorvolo di SIC-ZPS a meno di 500 metri dal livello del suolo. Non è noto con quali motivazioni Linea Verde ha ottenuto di poter fare uno strappo alla regola.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *