Lupo di Otranto, il lieto fine (e ha davvero il segno del collare)

il lupo di otranto è proprio un lupo e ha il segno del collare

E’ proprio un lupo e ha proprio il segno del collare. Più che un segno, è una cicatrice: glie l’avevano allacciato troppo stretto. L’ISPRA e il Centro Monte Adone scrivono oggi il lieto fine della storia del lupo del Salento, o lupo di Otranto, ora ribattezzato Hydro (foto): sta bene, è in un grande recinto e “fa amicizia” con altri lupi.

Il lupo di Otranto, quando era libero, si è dimostrato un animale molto confidente ed abituato agli esseri umani. Giocava addirittura con la pallina lanciatagli dai bagnanti. Mangiava il cibo che alcune persone gli lasciavano. Dato che non aveva paura,  aggrediva. E’ capitato due volte, per fortuna niente ferite gravi.

Il 14 luglio i Carabinieri Forestali hanno catturato l’animale, per la tranquillità dei turisti e dei residenti nella zona e anche per il suo bene: tutta quell’aggressiva confidenza, prima o poi, poteva fruttargli brutte avventure o addirittura una fucilata.

Il lupo di Otranto è stato trasferito al Centro Monte Adone, dove esistono spazi adeguati ai lupi che, per i più diversi motivi, non possono vivere in libertà. Sono arrivate le analisi genetiche: il lupo di Otranto è un autentico lupo. C’era l’ipotesi che fosse un ibrido o addirittura un cane.

Oggi il Centro Monte Adone ha diffuso il video qui sotto, che mostra l’animale mentre interagisce con un altro lupo ospitato al Centro.

Scrive il Centro Monte Adone:

Hydro oggi sta bene e vederlo sereno, giocoso e con la possibilità di esprimere i propri comportamenti sociali è per noi un primo importante passo a garanzia del suo benessere

Nulla si sa della sua storia passata. La cicatrice del collare garantisce che qualcuno ha tenuto Hydro come se fosse un cane. E’ un reato, magari commesso per ingenuità pasticciona (un cucciolo trovato in fin di vita) o magari dettato dall’intenzione di lucrarci su.

Già in passato allevatori di pochi scrupoli hanno incrociato lupi veri con cani lupo cecoslovacchi, a loro volta molto simili al lupo. E’ una pratica fuorilegge (è vietato incrociare animali domestici e selvatici, e detenere discendenti di lupo fino alla quarta generazione), ma un cucciolo di questo genere raggiunge il prezzo di 5.000 euro. E’ anche un gioco pericoloso: un incrocio di lupo e cane è un animale domestico solo a metà ed è potenzialmente pericoloso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *