Il paradiso sporcato. Marea nera alle isole Mauritius. Foto e video

marea nera alle isole mauritius

AGGIORNAMENTO – 8 agosto, le immagini dal satellite e dalla spiaggia

E’ in corso una marea nera alle isole Mauritius, un paradiso naturale e turistico. La nave da carico MV Wakashio, battente bandiera panamense, si è incagliata due settimane fa nella barriera corallina. Una fiancata si è aperta e oggi la nave ha cominciato a  perdere il carburante che trasportava.

Fra le zone colpite dalla marea nera  ci sono la celebre Laguna Blu, la spiaggia di  Pointe d’Esny e Mahebourg. Si parla apertamente di catastrofe ecologica.

La MV Wakashio era in viaggio dal Brasile alla Cina. Il Governo per molti giorni ha affermato che una marea nera alle isole Mauritius era impossibile. Ora che la nave perde, il ministro dell’Ambiente ha affermato che a bordo ci sono  3.894 tonnellate di olio combustibile a basso contenuto di zolfo, 207 tonnellate di gasolio e 90 tonnellate di olio lubrificante.

Qui sotto, le immagini diffuse su Twitter dalla testata locale L’Express. Nella prima, la perdita dalla fiancata; nella seconda, il lavoro per dispiegare le barriere galleggianti ed arginare la diffusione del carburante.

La radio R1, anch’essa delle isole Mauritius, ha riassunto la situazione con il video che segue.

Secondo gli ultimi aggiornamenti, la società giapponese Nagashiki Shipping, responsabile della nave MV Wakashio, ha dichiarato di aver ingaggiato una squadra di specialisti per ripulire. Le operazioni tuttavia sono sospese a causa del cattivo tempo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *