Germania, lotta all’inquinamento luminoso per proteggere gli insetti

germania, lotta all'inquinamento luminioso per proteggere gli insetti

In Germania, il ministro dell’Ambiente Svenja Schulze ha predisposto una proposta di legge che combatte l’inquinamento luminoso, cioè la dispersione della luce artificiale di notte.  Di solito, si cerca di diminuire l’inquinamento luminoso in nome del risparmio energetico. Lo scopo della proposta di legge tedesca invece è proteggere gli insetti, che stanno subendo una preoccupante diminuzione.

La proposta di legge si inquadra nel piano nazionale per la salvaguardia delle api, che ha già portato a proibire l’uso del diserbante glifosato dalla fine del 2023.

L’inquinamento luminoso è un fattore importante del declino degli insetti. La proposta di legge prevede il divieto di accendere  per dieci mesi all’anno i fari luminosi puntati verso l’alto, tipo quelli impiegati nelle discoteche per segnalare da lontano un evento. I divieti vanno dal primo febbraio al 30 maggio e dal 15 luglio al 15 dicembre.

I lassi di tempo sono fissati in modo da proteggere non solo gli insetti ma anche il passaggio degli uccelli migratori, che possono perdere l’orientamento a causa dei fasci luminosi.

Sempre secondo la proposta di legge, l’installazione di nuovi lampioni e insegne luminose nelle aree naturali sarà permesso solo in casi eccezionali. In tutto il territorio nazionale, l’impatto su animali e piante di tutte le nuove sorgenti luminose esterne dovrà essere il più basso possibile. I dettagli saranno in un regolamento che il ministro intende mettere a punto entro il 2022.

Altre disposizioni contenute nella proposta di legge riguardano il divieto ad usare diserbanti entro i dieci metri di distanza dai grandi specchi d’acqua. La distanza scende a cinque metri se le rive sono sempre coperte dalla vegetazione. Proibito l’uso di trappole luminose per insetti all’aperto e di alcuni insetticidi nei parchi e nelle riserve naturali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *