Artico, altra fusione record. Si può quasi circumnavigare la Groenlandia

Nell'Artico sta fondendo addirittura il ghiaccio a nord della Groenlandia

L’Artico registra l’ennesima fusione record. Stavolta sta squagliandosi il ghiaccio a Nord della Groenlandia, l’estremo bastione  del ghiaccio più spesso e più vecchio. Ora si può quasi circunmavigare la Groenlandia.

E’ una novità assoluta. Manca ancora circa un mese alla fine della stagione in cui  i ghiacci artici fondono. Questo fatto pone le basi per futuri eventi ancora più estremi? L’Artico si comporta come una sorta di climatizzatore che regola il clima nell’emisfero Nord, quello in cui noi abitiamo. Ciò che accade nell’Artico non riguarda soltanto l’Artico.

La fusione dei ghiacci artici a Nord della Groenlandia e la possibilità di quasi circumnavigare la Groenlandia stessa appare sulla carta odierna dell’Università di Brema. La carta mostra la concentrazione dei ghiacci artici ricavata dall’elaborazione dei dati trasmessi da satelliti ieri, venerdì 14 agosto.

Una situazione del genere non si è mai verificata da quando sono disponibili dati satellitari, cioè dal 1980 circa, e non è mai apparsa in documenti o in altre tracce lasciate dalla storia umana.

La carta dell’Università di Brema mostra anche che sono aperti sia il Passaggio a Nord Est (il ghiaccio si è fuso in luglio, in seguito all’ondata di calore in Siberia) sia il Passaggio a Nord Ovest. Quest’ultimo consente di andare dall’Oceano Atlantico all’Oceano Pacifico attraversando l’arcipelago a Nord del Canada. Fino a una decina di anni fa i due passaggi di regola rimanevano ostruiti dal ghiaccio anche in estate.

Secondo i dati del NSIDC statunitense, attualmente l’estensione dei ghiacci artici è un poco al di sopra del minimo storico per la stagione. Tuttavia il NSIDC prende in considerazione la superficie del mare con almeno il 15% di ghiaccio. La carta dell’Università di Brema mostra come è frammentato e poco concentrato il ghiaccio finora sopravvissuto alla fusione.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *