Altri delfini morti alle Mauritius. I misteri della nave MV Wakashio

Delfini morti alle Mauritius, cosa c'era a bordo della MW Wakashio? Perché muoiono, se i corpi non presentano tracce di petrolio?

Altri delfini morti alle Mauritius dopo la marea nera causata dalla nave da carico MW Wakashio. Secondo i dati ufficiali, i cetacei morti sono saliti a 42 (39 delfini e tre balene), ma l’agenzia Reuters parla di almeno 45 animali morti e di molti altri moribondi. E sono arrivati morti in spiaggia anche pesci, tartarughe ed altre creature del mare.

La MW Wakashio si è incagliata a fine luglio sulla barriera corallina e il 6 agosto ha cominciato a perdere in mare il carburante navale che trasportava. Le autorità dicono che i corpi dei delfini morti alle Mauritius non presentano tracce di petrolio.

La moria si è manifestata 24 ore dopo che, ormai svuotata la MW Wakashio del carburante rimasto a bordo, la nave si è spezzata e  la prua è stata affondata in una località sconosciuta per ordine del governo: una scelta ampiamente criticata. La poppa è rimasta sulla barriera corallina.

I dati di fatto sono due:  la coincidenza temporale fra moria ed affondamento; la mancanza di informazioni sul luogo esatto dell’affondamento stesso.

La blasonata Forbes ha pubblicato un elenco delle otto domande a cui ancora non c’è risposta. Manca l’inventario delle merci trasportate dalla MW Wakashio; non è chiaro il flusso di decisioni che ha portato all’affondamento della prua…

Cosa c’era a bordo della MW Wakashio? Perché delfini, balene, tartarughe e pesci muoiono, se è vero che i corpi finora analizzati non presentano tracce di petrolio?

L’Express Maurice, una testata locale che ha alle spalle quasi 60 anni di attività, pubblica voci – smentite dagli inquirenti – secondo i quali forse la MW Wakashio trasportava merci proibite. Magari traffico di droga, magari un grosso carico di cocaina e metanfetamine destinato a boss locali.

La prua della  MW Wakashio poteva contenere una qualche sostanza nociva per le creature del mare? La verità, se esiste, è sepolta in un imprecisato punto dell’oceano insieme al relitto. Ieri, domenica, L’Express Maurice ha scritto che i servizi segreti avevano avvisato di una quantità record di stupefacenti in arrivo via mare. Ha scritto anche che il giorno prima che la MW Wakashio si incagliasse la squadra autrice della scoperta è stata sciolta in base a direttive dei superiori.

L’articolo completo de L’Express Maurice è riservato agli abbonati. L’immagine dell’edizione cartacea è condivisa su Facebook ed è qui sotto.

Delfini morti alle Mauritius, cosa trasportava la nave MW Wakashio che ha causato la marea nera?

 

Foto (screenshot da video)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *